Anticipare i saldi invernali in Sicilia al 2 gennaio: la proposta per far fronte alla crisi economica

Si è svolto questa mattina presso l’Assessorato regionale delle attività produttive un incontro sulla possibilità di anticipare al 2 gennaio 2019 l’inizio dei saldi invernali in Sicilia. Federconsumatori, presente all’incontro con il Presidente regionale Alfio La Rosa, si è dichiarata favorevole a questa misura.

Al momento le date previste per la stagione delle vendite scontate in Sicilia vanno dal 6 gennaio 2019 al 15 marzo 2019, ma l’Assessore Turano sta vagliando l’ipotesi di un anticipo e, per questo, ha convocato le associazioni di categoria del commercio e quelle dei consumatori. Federconsumatori Sicilia ha espresso il suo parere favorevole all’anticipo dei saldi, alla luce dei dati sulla povertà assoluta e relativa in netta crescita nella Regione, emersi nel corso di un recente convegno organizzato da Federconsumatori Enna.

“Sono dati allarmanti che mostrano come circa un terzo delle famiglie siciliane abbia grossi problemi ad arrivare a fine mese – ha dichiarato Alfio La Rosa – anticipare i saldi, anche se solo di pochi giorni, è una misura che può aiutare i siciliani a comprare ciò di cui hanno bisogno a un prezzo inferiore. Anche i commercianti avrebbero sollievo da questa misura, considerato il fatto che neanche gli ultimi dati sulle vendite al dettaglio sono positivi”.

Federconsumatori Sicilia, d’altro canto, è anche assolutamente convinta che allungare di qualche giorno la stagione dei saldi non sia affatto sufficiente per migliorare lo stato di salute dell’economia siciliana. “Bene l’anticipo dei saldi – ha concluso La Rosa – ma continuiamo a ripetere che per la Sicilia serve una cura da cavallo e una vera e propria scossa perché, purtroppo, le bollette sempre più care e le tariffe sempre più alte dei servizi pubblici, come i rifiuti e l’acqua, non possono essere pagate con i saldi”.