Apertura domenicale a turnazione. Bennici: serve intervento politica. Interviene IV Commissione

No all’apertura domenicale dei grandi centri di distribuzione alimentari. A ribadirlo  con forza è la quarta Commissione consiliare Sviluppo Economico, presieduta Luigi Di Dio.

La VI commissione ha messo in evidenza i disagi patiti dai lavoratori del terziario costretti a lavorare la domenica e nei festivi, problema non solo regionale ma anche  locale. Per tale ragione si chiede all’amministrazione  di intervenire.

Non solo domenica e Pasquetta, ma anche il 25 aprile, l’1 maggio e il 2 giugno i grandi centri di distribuzione rimangono aperti.  È stata proprio la consigliera Sandra Bennici  a farsi promotrice di una mozione. Adesso da componente della commissione insieme a Salvatore Scerra, Simone Morgana e Anna Comandatore, torna ad affrontare la problematica.

“Chiederemo un confronto anche con i sindacati Filcams Cgil, la Fisascat Cisl e Uiltucs Uil – ha detto  Sandra Bennici – a noi interessa il bene dei lavoratori. La maggioranza di loro sono donne, che sacrificano il tempo da dedicare alla famiglia ed ai figli. Non siamo contro la libertà di mercato ma a favore della giornata di riposo. Bisogna fare in modo che anche i supermercati aprano con una turnazione domenicale. Serve però l’intervento della politica”.

“Verificheremo se sia possibile regolamentare le aperture domenicali – ha riferito  il presidente della commissione Luigi Di Dio – La festa è festa per tutti, compresi i lavoratori e le lavoratrici delle catene della grande distribuzione”.

 

foto visionedioggi