Area metropolitana di Catania? Rischio incostituzionalità della legge regionale

 Pubblicata all’Albo pretorio la delibera di approvazione del passaggio di Gela all’Area metropolitana di Catania. Ora bisogna  attendere 15 giorni affinché essa venga trasmessa a Palermo per la presa da parte dell’Assemblea regionale siciliana, del passaggio. Nel frattempo, visto che durante la seduta del 14 settembre scorso, non é stata votata l’immediata esecutivitá, qualsiasi cittadino puó avanzare l’opposizione. Intanto la legge 15/2015 potrebbe essere impugnata da parte del governo  nazionale per evidenti profili di incostituzionalità. Quello che si contesta é la vera e propria ‘truffa’ ai danni dei cittadini ai quali da una parte si dice che le province sono state abolite e dall’altra si cambia loro soltanto nome per tenerle ancora in vita. “Una regione che piuttosto che a statuto speciale,sembra essere commissariata, dove i deputati regionali cercano di mettere il bastone tra le ruote per impedire che Gela possa decidere dove andarsi a collocare”. Ha detto il sindaco Domenico Messinese, che sottolinea come in questo modo si calpesterá la volontá dei cittadini gelesi. Il 28 ottobre vi sarà la prima elezione del sindaco metropolitano. Condizione per essere eletti é l’essere a fine mandato, cioé ultimi 15 mesi, della carica di sindaco. E giá sono iniziate le riunioni tra i vari primi cittadini dell’area catanese. 

Articoli correlati