Arrestati due coinquilini stranieri, spacciatori tra Gela e Caltagirone

Ieri i Carabinieri  di Gela, a seguito di un attività di scambio informativo con la Compagnia Carabinieri di Caltagirone, hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente K.L. gambiano di 21 anni e denunciato per lo stesso motivo F.M. senegalese classe 23 anni che nel frattempo era stato fermato dai militari di Caltagirone nel loro territorio.

L’operazione è stata svolta durante l’attività volta alla prevenzione e repressione del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. Mediante osservazione e pedinamento, i militari della Stazione di Gela hanno effettuato la perquisizione a casa di K.L.  ritrovando quasi mezz’etto di marijuana già divise in dosi pronte per la vendita, oltre a materiale per il taglio e alcune centinaia di euro ritenuto frutto dell’illecita attività.

Il coinquilino F.M. è stato denunciato a piede libero poiché nel frattempo era già stato arrestato dai Carabinieri di Caltagirone poiché stava spacciando in quel centro.

Al termine delle formalità di rito il giovane gambiano è stato tradotto presso la casa circondariale di Gela, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa di giudizio.

Ancora una volta l’attenta azione coordinamento e cooperazione tra i due presidi dell’Arma di Gela e Caltagirone ha consentito di assicurare  i rei alla giustizia e fermare così un attività di spaccio prettamente diretta agli extra comunitari della zona.