Arriva a Gela la moto medica della Procivis

È arrivata anche a Gela, la moto medica, con kit di rianimazione in grado di spostarsi su tutti i tipi di terreno per prestare soccorsi immediati. Nato da un progetto della Pubblica Assistenza Provicis, il mezzo speciale ha debuttato nei giorni scorsi a Gela ed è il risultato di un progetto nato dalla Pubblica Assistenza Procivis : l’idea di attrezzare due motociclette con un kit di pronto soccorso avanzato e un defibrillatore per la rianimazione cardiopolmonare e respiratoria.  In sella alla moto medica oltre al soccorritore abilitato anche un medico o un infermiere. Sulla moto anche un sistema radio per localizzare il mezzo a breve un gps per la localizzazione.  «Il progetto – spiega Luca Cattuti, responsabile della Pubblica Assistenza Procivis – Protezione Civile di Gela – è partito qualche giorno fa , a seguito di una iniziativa che tende a proiettarsi nelle assistenze mediche per i moto raduni , assistenze alle gare ciclistiche e nelle maratone ormai prossime alla stagione estiva. Tale iniziativa sarà utile  anche per i Grest,  durante le passeggiate in bici nonché nei servizi di pattugliamento lungo la costa gelese durante l’estate a favore dei bagnanti.  «Con le Moto mediche – ci siamo chiesti come poter assicurare soccorsi immediati anche nei punti più difficili da raggiungere per i mezzi tradizionali: tenuto conto che in certe situazioni anche pochi minuti possono fare la differenza, una moto attrezzata ci è sembrata una buona idea , per esempio per i soccorsi in montagna». «È il primo progetto a Gela che probabilmente farà scuola partendo dalla pasquetta ».