Arriva il premio letterario per la scrittrice gelese Maria Grazia Fasciana

Continua a riscuotere molto successo “La coerenza di Milo”, romanzo della scrittrice gelese Maria Grazia Fasciana. Adesso arriva anche un premio letterario. Scelto come miglior romanzo del 2014 nel concorso letterario “Il mistero delle cose”, bandito da “La Temperino rosso edizioni” di Brescia, il libro sarà premiato il 28 marzo a presso il Bookstop di Brescia. La coerenza di Milo è stato pubblicato nel 2012 e stampato dalla Cromografica Roma, per gruppo Editoriale L’Espresso. Narra le vicende di Milo, un prete gay, la cui vita è caratterizzata dal senso di abbandono, vittima del pregiudizio e di un destino crudele che ha sfidato la sua coerenza. Un’infanzia, quella di Milo segnata dal dolore (assiste all’uxoricidio compiuto dalla madre) e disagio, a cui è seguita la carcerazione e la sclerosi multipla; una vita dove tutti i tentativi di metamorfosi del protagonista falliscono miseramente. Maria Grazia Fasciana, è  assistente sociale presso il Centro di Igiene Mentale di via Madonna del Rosario, ma la sua vera passione è stata da sempre la scrittura. Ha esordito con  una raccolta di poesie dal titolo Versi, a cui sono seguiti due romanzi “Di mamma non ce ne è una sola”, e “Angeli gialli”, storie di donne operate al seno, basate sul racconto di Grazia Lo Bello, vicepresidente dell’Ados Italia di Gela (associazione donne operate al seno)

 

 

Articoli correlati