Cinquanta artisti locali uniti in un “singolo respiro” per Consuelo Scerra

Sono innumerevoli le problematiche che da tempo affliggono Gela, ma una cosa è certa: la mancanza di solidarietà non è uno di questi. È proprio grazie a questa virtù che, in meno di due settimane, circa cinquanta artisti locali si sono uniti per sposare la causa di questi giorni: aiutare la giovane mamma Consuelo Scerra, affetta da tumore, nell’affrontare un costosissimo intervento in Germania. Il tutto ha dato vita ad uno spettacolo di beneficenza che si è svolto ieri sera al Teatro Eschilo, e che ha trovato il totale appoggio dell’amministrazione comunale che si è presa carico delle spese obbligatorie.

L’evento è stato organizzato in tempi brevissimi, tanto che non è stato effettuato alcun sound-check e sono stati diversi i problemi tecnici rilevati nel corso delle esibizioni. Ciò non ha comunque impedito ai vari performer di proseguire e portare avanti la causa che li ha accomunati.

Lo spettacolo, presentato da Jerry Italia e Fabiana Gerbino, è stato aperto con “Respiro”, singolo inciso nei mesi scorsi dalla community di MusicJuice per raccogliere fondi per l’ospedale di Gela, che ha trovato l’occasione più consona per essere eseguito dal vivo. Contemporaneamente, lo spettacolo è stato trasmesso in diretta su Radio Vittorini. Vi hanno aderito cinque scuole di danza e un discreto numero di musicisti. Tra questi, anche Peppe Milia (chitarrista dei Tinturia), la cantante licatese Erika Ietro, e i Bellamorea, gruppo folk-siciliano che gira per il mondo per intrattenere le varie comunità italiane sparse all’estero. Parte di quest’ultima formazione costituisce anche i “Cartomatti”, cover band di sigle dei cartoni animati, rigorosamente eseguite in cosplay. Sorprendenti anche le doti canore e interpretative della piccola Beatrice Arancio che ha duettato con Ottavio Averna, il quale ha infine chiuso la serata presentando dal vivo il suo singolo “Senza Regole”.

La stessa Consuelo Scerra, attraverso un messaggio vocale ha voluto ringraziare tutti per l’appoggio e l’affetto dimostratole. Presenti anche il marito di Consuelo e i rappresentanti della Croce Rossa. I famigliari di Consuelo hanno raccolto le numerose offerte all’ingresso del teatro, che a fine serata avevano raggiunto la somma di circa un migliaio di euro.  Un’altra importante comparsa è stata quella di Salvatore Spene, il quale due anni ha combattuto la sua stessa battaglia e che grazie all’appoggio della comunità gelese e degli artisti locali è riuscito a vincere. Ieri sera, Salvatore con lacrime di commozione ha confermato come i gelesi abbiano un grande cuore e l’unione faccia la forza.