Associazioni di Gela sfrattate: c’è anche il bar Belvedere e la squadra di Volley

Sono ore di tensione per le associazioni di Gela che saranno costrette a lasciare i locali comunali, secondo una delibera firmata il 6 settembre scorso dall’ex giunta ed ex sindaco, a pochi giorni dalla sfiducia.Delibera a cui il commissario straordinario Rosario Arena doveva rifarsi, la stessa delibera ha anche stabilito le tariffe da versare al comune per usufruire dei locali pubblici.

Ad essere raggiunte dalla notifica sono molte associazione che operano per il sociale come L’Aism, la Procivis e la Casa del Volontariato di Gela, l’associazione Pungolo e la Croce del soccorso italiano.

Anche la scuola primaria privata Suor Teresa Valsè deve lasciare la grande area comunale. Devono lasciare l’ex comando comunale di Polizia municipale la Cri e la Late, associazione talassemici. Tra coloro che devono lasciare gli spazi

comunali, vi è anche l’ex bar Belvedere, incendiato lo scorso 20 novembre, che occupava spazi di viale Mediterraneo.

A lasciare l’area pubblica della Tensostruttura sarà la Pegasus, che ospita la squadra di volley giovanile, a poche settimane dell’inizio del campionato. E ancora devono abbandonare i locali anche l’associazione Arci, e quella dei finanzieri italiani. Horizon 2000 deve lasciare i locali siti in via Giulio Siragusa.

Insomma tutte associazioni che hanno operato indisturbate negli anni, e verso cui è mancato un regolamento per le assegnazioni, né hanno mai avuto una notifica di blocco attività. Non si escludono azioni di protesta.