“Atlante degli abiti smessi”, a Gela Elvira Seminara: “Non sprechiamo la felicità, rott’amiamoci”

Quello che più mi affascina di uno scrittore è lo sguardo innamorato con cui il suo viso si accende quando parla del proprio libro, della nuova storia che la sensibilità della sua anima ha partorito. E così è stato per Elvira Seminara, giornalista e pop artist, alla libreria Mondadori di Gela per presentare la sua ultima creatura letteraria dal titolo “Atlante degli abiti smessi”, edito da Einaudi.

Un’opera in cui Elvira Seminara non racconta, ma “raccontamina”, come lei stessa ha detto descrivendolo. Centosettantotto pagine che mescolano moduli narrativi diversi come la poesia e l’epistola, un po’ come accade nella vita di ogni giorno in cui siamo abituati a esprimerci a seconda delle circostanze e delle persone con cui ci relazioniamo. Un vero e proprio inventario in cui i vestiti, sinceri, liberi, indipendenti, storpi, prendono vita, ti guardano, ti parlano, ti tradiscono. Una donna, Elvira, che non ama parlare di sé nei propri libri, ma degli altri, fonte produttiva di storie. Una “cantascorie”, come si è definita, appassionata di tutto ciò che è rotto, ferito, sciupato e invecchiato dal tempo perché “il rifiuto può e sa diventare arte”. A impreziosire la presentazione del libro una piccola mostra allestita dall’associazione SiciLike, basata sull’arte del riciclo e le creazioni degli studenti del liceo artistico di Gela, indirizzo moda. “Non bisogna sprecare la felicità – ha aggiunto la scrittrice – il nostro difetto è che non sappiamo fare caso ai momenti felici quando li viviamo ed è sbagliato. Dovremmo imparare dai computer, fare salva con nome e fissarli nella memoria. Rott’amiamoci – ha concluso – con l’apostrofo”. “Gela ha possibilità – ha aggiunto la padrona di casa Lina Orlando – che molti non conoscono. Io sono stata onorata di avere avuto qui Elvira Seminara, ha superato le mie aspettative. È questa la bellezza per me: incontrare e conoscere persone in grado di travolgerci con una visione del mondo diversa dalla nostra. Abbiamo bisogno di questi momenti”. Gli appuntamenti, intanto, non finiscono qui. La prossima settimana, infatti, la scrittrice Emanuela Ersilia Abbadessa verrà in città per presentare il suo ultimo romanzo, “Fiammetta”, edito da Rizzoli.