Attenzione ai vostri computer, virus “Cryptolocker” all’attacco. Ecco come riconoscerlo

Attenzione a dove clicchiamo. È tornato a far parlare di sé in questi giorni il “Cryptolocker”, vale a dire un virus informatico meglio noto come “Cavallo di Troia”. Sotto le vesti di una normalissima mail, all’apertura cripta i dati dell’utente e chiede poi un riscatto per la sua decrittazione. In un messaggio di posta elettronica, infatti, si convince la vittima di essere creditrice di un rimborso per alcuni acquisti effettuati e in basso si allega il modulo attraverso cui poter inoltrare la richiesta per ottenere il rimborso. Il file in realtà, con estensione “.cab”, è un vero e proprio virus che si appropria di tutti i dati contenuti nel computer malcapitato. Per riappropriarsene l’utente è così costretto a pagare una somma che va in genere dai cento ai trecento euro, noto come “Ransomware”, dall’unione delle parole “Ransom” (riscatto) e Software. Fra i rimedi consigliati vi sono i soliti: salvare tutto su hard-disk esterni ed evitare di entrare in siti sospetti e di aprire allegati di messaggi di provenienza dubbia o sconosciuta.