Audizione all’ARS, l’Eni non abbandonerà il territorio. Messinese: “Vigileremo scrupolosamente”, assente il Governo regionale

L’Eni non abbandonerà il territorio. Lo ha ribadito l’azienda del cane a sei zampe in occasione dell’audizione a Palazzo dei Normanni a Palermo alla Commissione Attività Produttive.

“Manteniamo la nostra posizione vigile e cauta di fronte agli impegni confermati da Eni all’ARS”. Così il Sindaco Domenico Messinese. “Adesso si investano subito i 32 milioni di euro di compensazioni – ha continuato il primo cittadino che ha proposto il coinvolgimento nella programmazione del Consiglio comunale e dei parlamentari regionali di Gela – bisogna perseguire una politica di opere pubbliche in grado di tamponare l’emorragia occupazionale e dare decoro alla nostra terra. Per questo è necessario andare anche oltre il protocollo d’intesa con nuovi investimenti dell’Eni e le autorizzazioni chieste dall’amministrazione comunale al Governo centrale per avviare un processo virtuoso sull’espletamento delle bonifiche”. All’audizione, che si è svolta questo pomeriggio,erano presenti alcuni consiglieri,tra cui Salvatore Gallo, delegato dal presidente Alessandra Ascia e la deputazione regionale eletta in provincia di Caltanissetta. Assente il Governo regionale. “Un’assenza – ha concluso Messinese – che pesa su una vertenza dolorosa e che spero non esasperi gli animi di chi finora si è alimentato di fatue speranze. L’amministrazione comunale resta al fianco dei lavoratori in attesa che, nel più breve tempo possibile, si diano risposte concrete e non parole vuote di sostanza”.

Articoli correlati