Aule al freddo all’Istituto Sturzo: a lezione con giubbotti, sciarpe e cappelli

Studenti a lezione con giubbotti, sciarpe e cappelli. Una scena che si ripete da giorni all’Istituto Luigi Sturzo di Gela. .

“Una scena agghiacciante.” ha commentato una studentessa.

Tra  gli studenti vi sono quelli del Liceo Scientifico Elio Vittorini, ospitati nell’istituto di via Ettore Romagnoli,per mancanze di aule. Una situazione che va avanti da mesi: alunni del liceo frequentano le lezioni in una scuola al freddo.

Perché  mandare a scuola dei ragazzi senza i servizi necessari? Tutti paghiamo la tassa d’iscrizione  e tutti devono avere gli stessi diritti. ” Ha commentato uno studente.

Non è possibile concentrarsi sulle lezioni mentre ti battono i denti dal freddo.

Sono tante le scuole in Sicilia  senza riscaldamenti funzionanti. Le basse temperature di questi giorni rendono insopportabile stare in aule non riscaldate.

A tal proposito la Codacons  dopo le “tante proteste” da parte di studenti, insegnanti e genitori, chiede l’immediata chiusura degli istituti scolastici dove si registrano problemi ai sistemi di riscaldamento: l’associazione annuncia inoltre la presentazione di un esposto alla magistratura siciliana per chiedere di indagare sul reato di interruzione di pubblico servizio.