Aumentare la Tari del 40%? Bennici: rivedere il regolamento comunale nel rispetto dei più deboli

Un aumento del 40%  sulla tassa della Tari, imposta sui rifiuti, proposta dalla amministrazione è inammissibile, considerando quanto sia sporca la città. Eppure, nonostante l‘insuccesso dello scorso anno, il sindaco Domenico Messinese ci riprova. Proprio ieri è espolso il caso quando  i capigruppo consiliari sono stati convocati urgentemente. Il vicesindaco Simone Siciliano e l’assessore al Bilancio, Fabrizio Morellom, hanno messo sul tavolo dell’incontro la Tari, già molto costosa  per i contribuenti gelesi, da far lievitare del 40 per cento. I due esponenti della giunta Messinese, si sono ritrovati davanti un muro invalicabile. E proprio oggi, su proposta del consigliere di Polo civico popolare Sandra Bennici, si è riunita la Commissione al bilancio, che ha deliberato di rivedere ed adeguare il regolamento comunale IUC approvato il 30/09/2016, adottando misure che evitino un aumento periodico della TARI nel rispetto della grave crisi economica che affligge la città. Per domani sono stati invitati il dirigente dott.ssa Patrizia Patrizia  e la dott.ssa Maria Concetta Bonfirrato, per discutere del regolamento comunale vigente e le eventuali modifiche che possono essere apportate, per adeguarlo alla grave situazipne economica gelese. 
“Bisogna rispettare le fasce più disagiate, e favorire le attività economiche, già in grave dificoltà, nel tentativo di evitare che l’aumento della Tari si ripresenti ogni anno”. Ha detto il consigliere Bennici. 

Articoli correlati