Autismo/ L’attrice italo-americana Romina Caruana venerdì presenta il suo libro al Circoletto

Si svolgerà venerdì 16 ottobre 2015 alle ore 18, presso i locali dell’Associazione “Il Circoletto” in Corso Vittorio Emanuele 178 a Gela, la presentazione del libro: “E’ solo un gioco di anime” dell’attrice e scrittrice siciliana, Romina Caruana, che vive tra Roma e Los Angeles. Dopo gli indirizzi di saluto di Rosetta Cancro, Presidente dell’Associazione “Il Circoletto” e dell’architetto Pino Valenti, Presidente dell’Associazione Progetto H Gela, discuteranno con l’autrice la dottoressa Eliana Orlando, psicologa e il professor Francesco Pira, sociologo, docente di comunicazione dell’università di Messina.
Il libro, che presto diventerà un film girato tra l’Italia e gli Stati Uniti,  come scrive lo psichiatra Nicola Antonucci nella prefazione è : “un viaggio, un viaggio di conoscenza, verso la consapevolezza, un viaggio di condivisione del destino di un fratello, un destino che avvolge tutti, nessuno escluso, nell’universo familiare: l’Autismo”. L’autrice Romina Caruana spiega: “Per anni ho cercato di capire cosa fosse l’autismo studiando ogni articolo che ne affrontasse l’argomento nella speranza di comprendere cosa si nascondesse dietro la personalità complessa, compromessa e al contempo così veramente gioiosa di mio fratello, colpito dal disordine dello spettro autistico. Che cosa potevo fare io per aiutarlo? Ho trascorso anni cercando di afferrarne il senso, intraprendendo percorsi spirituali e terapie di ogni genere e alla fine ho capito che non era mio fratello a non “esistere”, bensì ero io a non esserci. Durante questo “viaggio” in cui mondo scientifico e spirituale s’incrociano, ho conosciuto persone straordinarie, degne di rispetto ma ciò che mi è rimasto nel cuore e che mi ha fatto sopravvivere, è stata la frase: Si dice che i bambini autistici siano angeli caduti dal cielo che non vogliono scendere sulla terra. ” 
Romina Caruana è un’attrice e una scrittrice nata ad Agrigento. Si è laureata con il massimo dei voti, presso l’Università di Palermo con una laurea in lingue moderne. Ha ricevuto il diploma di recitazione presso il “Teates” accademia di dramma a Palermo. Ha conseguito un master al Black Nexxus Inc. a New York City, e  di Kathakali teatro-danza presso il Centro Internazionale Satsangam d’Arte e Cultura in Trivandrum,  in India. È membro fondatore dell’Actor’s Center a Roma e attualmente frequenta l’Actors Studio di Los Angeles. Romina Caruana vive tra Los Angeles e  Roma.
È solo un gioco di anime vuole essere una testimonianza di come un grande dolore si trasforma in luce e in gioia di vivere. L’autismo non è una disgrazia. Come sottoliena Romina Caruana: “se spostiamo l’attenzione e la osserviamo da un punto di vista più alto forse ci accorgiamo che questi angeli son venuti per insegnarci qualcosa. Oggi posso affermare che mio fratello è stato il più grande ‘insegnante’ della mia vita e sono orgogliosa che mi abbia scelto come sorella. Ringrazio la mia famiglia perché attraverso tutte le sofferenze vissute ho compreso così tante cose”.

Come abbiamo scritto il romanzo diventerà un film. Dopo l’invito ricevuto da Romina Caruana al festival di Taormina lo scorso giugno, si sono configurate tante opportunità molto favorevoli per la lavorazione del film. I contatti con le varie film commissions e gli sponsor italiani e stranieri fanno proprio ben sperare. I registi saranno due: Paul Cameron, un A-list direttore della fotografia che ha firmato film di Hollywood del tipo I pirati dei Caraibi e che lo vedrà per la prima volta regista  con SOULS (titolo del film) e la moglie Laura Stabilini, che ha un esperienza come produttrice per pubblicità e film a livello internazionale. In attesa di una produzione italiana del film è iniziata la ricerca della protagonista (diciottenne)  Eleonora che deve essere italiana o ancora meglio siciliana.