Avevano commesso furti in vari comuni: arrestati quattro gelesi

Nei  giorni scorsi, i Carabinieri del N.O.R. – Sezione Operativa di Gela traevano in arresto i pregiudicati gelesi Carmelo Manuel GIORLANDO 21 anni, e Francesco Davide SCICOLONE 24 anni, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Gela – Ufficio Esecuzioni Penali, dovendo scontare la pena rispettivamente di anni 3, il primo, e anni 3 e mesi 4 di reclusione, il secondo, poiché riconosciuti colpevoli dei reati di rapina aggravata in concorso e furti aggravati in concorso, reati commessi nei comuni di Gela (CL), Barrafranca (EN), Pietraperzia (EN) e Vittoria (RG) nel periodo dal 14 maggio 2012 al 05 gennaio 2013. Per le medesime condotte, la procura di Gela ha ordinato la carcerazione anche per Giuseppe IAGLIETTI, 22 anni, il quale dovrà scontare la pena di 3 anni, 8 mesi e 24 giorni. I militari dell’Arma hanno tratto in arresto nello stesso contesto Antonino RAITANO, 24 anni, che dovrà scontare la pena di 7 anni, 2 mesi e 14 giorni. Gli arrestati dopo le formalità di rito venivano associati presso la Casa Circondariale di Gela a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante. Tutti i soggetti erano stati arrestati a seguito dell’indagine indagine svolta dai Carabinieri di Gela denominata “Golden Boys”, che aveva permesso di porre argine ad un pericoloso gruppo criminale che quotidianamente commetteva delitti contro il patrimonio e spesso feriva le vittime dei furti e delle rapine. Nel periodo tra il 2011 ed il 2013 in città si era ingenerata una psicosi del furto e dei reati contro il patrimonio.