Avvocato Lucio Greco su questione Eni: “L’accordo così come è, non va firmato”

“L’accordo così come è non va firmato”. È questo che ha comunicato l’avvocato Lucio Greco. “A Gela in questo momento non servono proposte contorte e poco chiare, ma atteggiamenti onesti e consapevoli della gravità della situazione” ha aggiunto l’avvocato. Firmare l’accordo così come proposto, ha sottolineato Greco, equivale alla fine economica, sociale e lavorativa della nostra città e condannare i nostri concittadini ad un futuro incerto e carico di ristrettezze e difficoltà. A Gela si estrae il petrolio per raffinarlo poi a Livorno. E invece di chiudere la raffineria di Livorno si chiude quella di Gela. “Se si hanno a cuore i destini della città che ha dato tutto all’Eni – ha aggiunto Greco –  bisogna saper battere i pugni sul tavolo e costringere l’azienda ad aumentare in modo significativo i livelli occupazionali piuttosto che diminuirli come è nelle sue intenzioni”.

Tagged with: