“Benedettini” nel caos, protestano gli studenti

Protestano gli studenti dei Benedettini. A Catania, nella prestigiosa sede degli indirizzi umanistici dell’Ateneo, il caos regna sovrano. Gli universitari, infatti, da tempo ormai lamentano alcune situazioni di disagio e disorganizzazione all’interno dell’Università. Si va dalla sporcizia nelle aule e nei bagni, le cui condizioni igieniche, a causa anche dell’inciviltà di molti colleghi, lasciano desiderare ai posti a sedere sempre insufficienti per accogliere tutti gli studenti. Molti di loro, infatti, sono costretti a sedersi per terra, sui gradini o a seguire in piedi le lezioni. A questi disagi si aggiunge anche la mancanza di un servizio di sicurezza adeguato all’interno della struttura. Proprio in questi giorni diversi ragazzi hanno avanzato la richiesta di installare un sistema di videosorveglianza per contrastare i furti di quaderni, libri e computer e per scongiurare il rischio di molestie, come denunciato da alcune studentesse la scorsa settimana. Ma non finisce qui! A tutto ciò, infatti, si sommano i ritardi nella pubblicazione dei calendari di esame e il silenzio stampa degli uffici di segreteria alle chiamate e alle mail degli studenti. Insomma, una situazione di disordine generale spiacevole da vivere sicuramente, ma altrettanto spiacevole da narrare, che non dà lustro a una delle sedi universitarie più prestigiose dell’ateneo catanese, patrimonio storico, letterario e un tempo anche religioso di altissimo valore.