BENEFICI E VIRTU’ DELLA FRUTTA

Oggi Accento Food vi farà scoprire i benefici e le virtù della frutta.

La frutta è uno degli alimenti con il maggior contenuto di acqua, vitamine, minerali, carboidrati, aminoacidi e acidi grassi, sostanze di cui il nostro corpo ha bisogno ogni giorno. La forza vitale della frutta non teme paragoni con qualsiasi altro alimento.

Quando la si consuma correttamente, nessun altro alimento fornisce gli stessi benefici della frutta, che per sua natura dà la possibilità al corpo di liberarsi di scorie e tossine accumulate, permettendo al nostro organismo di funzionare con la massima efficienza. Inoltre la frutta, rispetto a qualsiasi altro alimento, richiede molta meno energia  per essere digerita.

Con l’arrivo della bella stagione, soprattutto in presenza di caldo afoso, i nutrienti della frutta costituiscono un toccasana per alleviare le insidie del caldo fornendo i sali minerali che sono fondamentali per  reidratare il nostro organismo.

L’ANGURIA: Composta principalmente da acqua (94% circa), l’anguria contiene una piccolissima percentuale di proteine e fibra alimentare, glucidi, minerali (sodio, potassio, ferro, fosforo e calcio), vitamine A e C, niacina (vitamina PP), riboflavina (vitamina B2) e tiamina (vitamina B1). Il licopene presente in buone quantità, conferisce al frutto il tipico colore rosso, allo stesso modo dei pomodori; poiché è una sostanza antiossidante, ha proprietà utili nella prevenzione dei tumori. La discreta quantità di sali minerali è utile per combattere il senso di stanchezza che si presentano frequentemente nei periodi estivi particolarmente caldi; grazie all’elevato contenuto di acqua, questo frutto risulta dissetante, diuretico e depurativo. Infine, il suo basso apporto calorico rende l’anguria particolarmente adatta nelle diete dimagranti.

IL LIME: Agrume appartenente al genere Citrus, per alcuni studiosi il lime sarebbe un incrocio tra un cedro e un limone. La sua polpa contiene circa il 6,5% di acido citrico ed è molto profumata. Dalla sua buccia vengono estratti oli essenziali utilizzati nell’industria cosmetica. Nell’industria alimentare il lime trova impiego nella preparazione di bibite analcoliche ma anche di cocktail esotici, mentre in cucina sostituisce spesso il limone nelle macedonie, in piatti con curry e sui frutti di mare.

LE SUSINE: Le susine non sono soltanto buone da mangiare, ma hanno anche una storia molto lunga e un potere curativo. In passato venivano infatti prescritte per “rinfrescare” sia il corpo sia la mente, aiutando a ridurre la stanchezza e a “raffreddare” le infiammazioni. Nella mitologia cinese il susino veniva associato all’età avanzata e per questo motivo era considerato il frutto della saggezza. Questo frutto ha un alto contenuto di fenoli, particolarmente efficaci per neutralizzare i radicali liberi e combattere l’invecchiamento cellulare. Le susine inoltre, contribuiscono ad aumentare l’assorbimento del ferro da parte del corpo, processo coadiuvato dal contenuto di vitamina C: vitamina necessaria per il rafforzamento del sistema immunitario.

LE NESPOLE: Frutti di due differenti piante, entrambe appartenenti alla famiglia delle Rosacee,( il nespolo comune e il nespolo del Giappone), le nespole sono composte per l’85,3% da acqua. Le altre sostanze in esse contenute sono: proteine, lipidi, carboidrati, fibre, zuccheri solubili. Tra i minerali sono presenti il sodio, il potassio, il ferro, il calcio e il fosforo. Le nespole sono fonte di vitamina B1, B2 e B3, ma anche di vitamina C e vitamina A. Le nespole erano conosciute e apprezzate già in epoca medievale e, venivano impiegate per apportare benefici in caso di disturbi allo stomaco. Pur avendo proprietà astringenti non danno problemi di stitichezza, piuttosto si comportano come naturali regolatori dell’intestino. Gli sportivi possono mangiare le nespole per recuperare i sali minerali persi durante l’attività sportiva particolarmente intensa. Infine, questo frutto, può avere blande proprietà antipiretiche.