Bennici: attese interminabili al Pronto soccorso. Che fine hanno fatto i 20 portantini “assunti”?

Una interminabile attesa al Pronto Soccorso del Vittorio Emanuele. Questa è l’esperienza che ha vissuto il consigliere comunale di Polo Civico Popolare che oggi ha accompagnato un suo congiunto alle 9:00 di mattina di ieri, per accertamenti sanitari al Pronto Soccorso del nosocomio gelese. 
“Da `lì è iniziata una interminabile attesa”. Ha detto il consigliere che si complimenta con  col primario del pronto soccorso, che in assenza di medici e paramedici riesce a far fronte alle innumerevoli esigenze della cittadinanza
“Si è constatato però che la professionalìtà e la buona volontà non sia  sufficiente tenuto conto che il Servìzio relativo al trasferimento del pazienti, nei vari reparti per le indagini diagnostiche, venga ad essere retto da un solo portantino di ruolo, ll quale non ha ancora il dono dell”«ubiquità»”. Ha sottolineato il consigliere. 
“L’ attesa mia  – ha raccontato il consigliere Bennici – come quella di tanti altri cittadini si è così protratta ner corridoi dell’ospedale a tempo indeterminato. Eppure sembra che da oltre un mese il dott. lacono, manager delI’Asp d Cl2  abbia  assunto per tale servizio 20 unità, con ìl ruolo di portantino per evitare così le interminabili attese che aggravano le sofferenze dei pazienti”. 
“Se è vero ciò, è assai importante  conoscere  dove siano andati a finire i 20 portantini – continua la Bennici –  perché ieri  si assicura, erano tutti assenti al Pronto soccorso”
“La notizia dell’assunzione forse è infondata, tenuto conto che il manager nell’ultima riunione tenutasi la settimana scorsa presso l’ospedale, in cui sono stata presente non ne ha fatto cenno eppure poteva essere motivo di vanto. Ci sarà stato un bando??? Sono state rispettate le norme sulla trasparenza e sull’antìcorruzione? Di questo ne siamo certi, conoscendo iJ dott. Iacono”. 
Ha sottolineato il consigliere che invita  il Sindaco e la commissione Sanità del comune di Gela a fare chiarezza e verificare se tutta la programmazione dì cui parla il dott. lacono “abbia  eventualmcnte i connotati di un fantasma così come lo sono attualmente i 20 portantini”
 

Articoli correlati