Bennici: delusa dal disinteresse del consiglio comunale per i più deboli

Esprime il suo rammarico il consigliere di “Sicilia Futura” Sandra Bennici, per la mancata approvazione della sua mozione è che riguardava la possibilità di dare informazione ai cittadini sulla possibile donazione del 5 per mille al comune di Gela, da investire poi in in iniziative sociali per i meno abbienti. Una sensibilità che il consigliere si aspettava da parte dei suoi colleghi, che invece hanno abbandonato l’aula consiliare facendo cadere il numero legale.

“Mai avrei pensato che l’iniziativa di proporre di intercettare alcuni fondi per destinarli agli ultimi, fosse accolta con grande disinteresse.” Ha detto il consigliere Bennici.

“É comunque, inaccettabile non dare la giusta informazione ai cittadini su questa opportunità, perché possano esprimere liberamente la loro decisione di destinare tali somme, ancorché di modesta entità, al proprio comune o ad organismi di beneficienza, anzicchè lasciarli nella disponibilità dello Stato per il loro utilizzo.” Ha continuato.

” A volte stento a comprendere il comportamento di taluni miei colleghi, perché sono stata sempre convinta che la politica è comprendere e venire incontro ai bisogni della propria comunità, con ogni mezzo lecito, e per cercare di attenuare le tante disuguaglianze che consentono ai ricchi ogni giorno di diventare sempre più ricchi ed ai poveri, ahimè sempre più diseredati.” Ha sottolineato la Bennici, che rimarca la sua delusione.

“Solo pochi consiglieri hanno voluto aderire ad un principio scritto in modo indelebile nella coscienza di ogni uomo, aiutare il prossimo, ed in questo caso, aiutare concretamente i poveri della propria comunità.”

“Un consiglio comunale – ha concluso la Bennici- non può dividersi su questi principi e spero che ciò sia avvenuto per mera disattenzione, non voluta e non programmata, altrimenti, e non lo credo, saremmo di fronte ad un organo incapace di saper distinguere il bene dal male e ciò che può essere un danno per la propria città ovvero un beneficio.”