Bennici e Siragusa: riportare a Gela le commissioni Asp invalidità civile. Finora solo disagi e tempi lunghi di attesa

Il 28 novembre del 2015 è stato l’ultimo giorno in cui la Commissione medica Asp  Invalidi civili si  è  riunita a Gela, dopo quella data le visite mediche sono state interamente gestite dall’Inps di Caltanissetta, creando disagi non indifferenti per i cittadini.
 Sulla questione sono ritornati i consiglieri di Polo civico Popolare Sandra Bennici e Guido Siragusa. 
 
“Il 1º giugno del 2015 – affermano i due consiglieri – a seguito di un protocollo d’intesa stipulato tra l’assessorato regionale alla Aalute, diverse Asp (tra cui quella di Caltanissetta) e i vertici Inps si decise di sopprimere tali commissioni creando un notevole disagio non solo per i soggetti fragil i(anziani, portatori di handicap ),ma soprattutto nei confronti di molti malati oncologici che sono costretti a recarsi a Caltanissetta nonostante le loro sofferenze. Il fine del protocollo era snellire la procedura invece i risultati sono stati diversi: la difficoltà di spostarsi per l’utente ha fatto lievitare le visite domiciliari, creando malcontento nella stessa commissione che è costretta a viaggiare. Inoltre i tempi di attesa si sono allungati notevolmente e il più delle volte l’esito di tali domande è negativo.” 
“Il tentativo – continuano i due consiglieri – è depotenziare Gela, che è la sesta città della Sicilia solo sulla carta, ma per la totale assenza di servizi può essere considerare l’ultima”
Bennici e Siragusa, dopo la mozione proposta da colleghi consiglieri, chiedono come gruppo consiliare il congelamento di tale protocollo per riportare la Commissione Asp a Gela. Inoltre chiedono di  verificare il numero di domande presentate e quante di queste siano state bocciate,  per garantire la trasparenza e parità di trattamento di tutti i cittadini gelesi richiedenti