Bennici: Gela ha il diritto a riavere le commissioni di invalidà. Il sindaco intervenga

«Gela, la quinta  città della Regione si sta trasformando in una città fantasma, la disattenzione del Governo nazionale e regionale sta raggiungendo livelli altissimi, in ogni settore; ricordiamo che siamo ancora in attesa di una soluzione “vera” per il problema Eni, ma ad aggravare il tutto c’è il venir meno di servizi per i cittadini ed in particolare faccio riferimento alla soppressione delle commissioni mediche per l’accertamento delle invalidità civili». Questo il grido di allarme di Sandra Bennici, consigliere comunale di Polo Civico Popolare.

«Ormai è chiaro – ha affermato il consigliere – un progetto ben preciso di depotenziare Gela a favore di Caltanissetta,  e quindi i viaggi di nostri cittadini “invalidi” molti dei quali con la difficoltà di essere accompagnati, dato che i domiciliari sono previsti solo per i casi gravi»

Il consigliere Bennici rivendica il  diritto per Gela di  riavere le commissioni di accertamento di invalidità, concordando pienamente con quanto hanno affermato  da alcuni consiglieri qualche giorno fa.

«ínvito il Sindaco a dare battaglia in tutte le sedi competenti, rassicurandolo che avrà il supporto del Consiglio  Comunale  data la rilevanza del problema verso i cittadini gelesi». Ha sottolineato il consigliere.

Articoli correlati