Bennici: lo sviluppo di Gela passa anche dal porto. Il mio sì al di là del colore politico

Tante le  polemiche sollevate da alcuni consiglieri sul sì che 16 componenti del comsiglio comunale hanno espresso sull’atto di indirizzo che consentirà al porto di Gela l’inserimento nell’ambito del sistema portuale della Sicila Orientale, che comprende anche Catania e Augusta. I consiglieri che hanno dato un parere positivo alla giunta messinese sono stati accusati da chi non ha votato di costituire la nuova maggioranze del primo cittadino. Sulla questione è intervenuto il consigliere di Polo civico Popolare Sandra Bennici. ” Ho firmato e votato l’atto d indirizzo – ha detto la Bennici –  per un senso di responsabilità verso la città, dato  il momento di estrema difficoltà non si può fare opposizione sterile ma bisogna elevarsi e andare al di là dei colori politici sperando che la ripresa possa passare dal porto”.  Il consigliere ha sottolineato la  posizione strategica di Gela nel collegamento tra lo stretto di Gibilterra e il canale di Suez per  le navi porta -container. “Un semplice atto di indirizzo trasformato in un attacco politico forse da chi cerca le attenzioni di un amministrazione distratta dalle problematiche che affliggono la città”, ha concluso Sandra Bennici.