Bennici: un regolamento trasparente nell’affidamento degli incarichi legali

Un regolamento per affidamenti di incarichi legali a professionisti esterni all’Ente. Questo è quanto i consiglieri del Polo civico popolare Sandra Bennici e Guido Siragusa presenteranno al Consiglio comunale, per l’approvazione. “Un regolamento che finalmente rispetta i criteri di discrezionalità nella scelta dei legali di cui il Comune si avvelerà per i contenziosi”, ha detto Sandra Bennici, che sottolinea come il sindaco Domenico Messinese non abbia coinvolto l’Ordine degli avvocati per la redazione del bando. Contestazioni sono state sollevate anche dagli avvocati dell’Ordine per le “numerose violazioni e incongruenze, dall’impossibilità di costituirsi in ATS,  alla discriminazione per chi ha ricoperto incarichi politici”.  “Il regolamento da noi presentato – ha detto la Bennici – dà finalmente diritto alla rotazione dei legali inseriti in un albo, invece nel bando di Messinese gli incarichi vengono dati agli stessi legali per un anno, rinnovabili”. Il regolamento presentato dai due consiglieri del Polo civico prevede l’istituzione   di un Elenco speciale degli avvocati aperto a professionisti, singoli o associati eserventi l’attività di assistenza e di patrocinio dinnanzi alle Magistrature, nessuna esclusa. L’elenco saro unico e suddiviso nelle sezioni distinte in quattro tipologie di contenziosi: amministrativo, civile, lavoristico e penale. “La scelta del legale avverrà a rotazione e per sorteggio,  attingendo dall’elenco e comunicando il nominativo all’Ordine degli avvocati”. ha detto Sandra Bennici. Secondo il regolamento presentato dai due consiglieri ogni incarico legale affidato a professionisti non inseriti nell’Elenco deve avvenire in via del tutto eccezionale e essere motivato. “Così non è stato per l’inarico legale affidato all’avvocato Lucio Greco, avvenuto solo in virtù dell’essere la sesta stella”, ha commentato Sandra Bennici. La trasparenza è uno dei criteri delle azioni che i due consiglieri pretendono dalla nuova amministrazione, “la stessa che veniva sbandierata durante la campagna elettorale”, ha commentato Sandra Bennici.

Articoli correlati