Bicicletta elettrica? No, bicicletta a pedalata assistita. Ma in caso di incidente?

Facciamo immediatamente un chiarimento:  la definizione di e-bike è bici a pedalata assistita.

Perché per poter avere l’ausilio della spinta elettrica è indispensabile pedalare. Non è quindi  un “motorino” elettrico che si accende e non si pedala, ma l’attivazione della batteria avviene con la pedalata quindi è molto più facile, si sfrutta certamente la spinta d’inerzia ma le gambe devono muoversi.

La comprensione di questo meccanismo però è fondamentale soprattutto dal punto di vista legale, perchè se così non fosse, questo mezzo elettrico a due ruote sarebbe classificato “a motore” con il conseguente  obbligo di attivazione di una assicurazione e l’uso del casco, altrimenti si incorrerebbe alla possibilità di subire sanzioni.

Ed è proprio qui che volevamo arrivare. In caso di incidente?

Nel caso di colpa di terzi motorizzati, chiaramente non sussistono problemi in quanto sarà la polizza RC obbligatoria ad intervenire per i danni che potremmo subire. Ma se noi od un nostro familiare a carico dovesse essere responsabile di un qualunque danno a terzi?

Due sono le possibili alternative: mettere mano al nostro portafoglio oppure possiamo coprirci da ogni esborso indesiderato con la semplice sottoscrizione di una polizza “Rc vita privata” (o  anche detta del capofamiglia).

Dovrebbe essere prassi per qualunque consumatore tutelarsi contro quegli imprevisti della vita quotidiana che possono causare danni a terzi e gravare sul patrimonio familiare.

Tale tipologia di polizza offre una copertura assicurativa, fino al massimale previsto dal contratto, al contraente e a qualsiasi altro familiare, incluse le persone che risiedono stabilmente nella stessa abitazione per i danni involontari cagionati a terzi in relazione a fatti della vita privata con esclusione dei rischi inerenti l’attività professionale e compresi i danni derivanti da proprietà, guida ed uso di biciclette anche a motore elettrico, veicoli non a motore, e giocattoli a motore elettrico da circolazione come voce compresa in una copertura più ampia.

La sottoscrizione di una polizza Rc vita privata è, quindi, consigliabile a chiunque abbia la responsabilità diretta della salvaguardia della propria famiglia. Nel caso di responsabilità civile, infatti, la persona che provoca il danno è responsabile insieme a tutto il suo patrimonio del danno causato.

Una passeggiata in bici fa bene alla salute. Ma sarebbe opportuno che non si trasformasse in un peso troppo oneroso per la nostra famiglia. Certo una guida corretta ed attenta , tra i vicoli del nostro centro storico oppure per le arterie principali della città, e soprattutto un andatura contenuta, possono essere utili ad evitare molte delle insidie dei percorsi che dovremo affrontare. Ma molte non vuol dire tutte.

Pensare al nostro relax,  sapendo di fare il proprio dovere verso se stessi e verso la collettività, non inquinando l’ambiente  e non ingolfando il traffico, è sicuramente aspetto importante  a cui però un piccolo esborso economico ( parliamo a partire da 10€/mese a secondo della società assicurativa ) per una copertura assicurativa, può rappresentare la ciliegina sulla torta.

Sono diverse le offerte commerciali  per tutte le tasche e per tutte le esigenze per responsabilità civile dovuta alla circolazione: dalla singola copertura del ciclista nel momento in cui sale in sella, e per questo basta il semplice tesseramento alla FIAB, che comprende nel costo della tessera la responsabilità civile per tutti i soci, per ogni danno che si causa circolando in bicicletta in qualsiasi paese europeo ( Massimali: 2.000.000 € Franchigia: 350 €) fino alle ben più complete RC Vita privata che vedono come già scritto il danno da circolazione come una copertura compresa e non accessoria.

La scelta spetta a voi, l’unico consiglio che diamo è di rivolgervi a consulenti professionali , perché in questi casi il vero risparmio è evitare l’esborso improvviso ed indesiderato per un danno a terzi che un premio assicurativo basso ma inadeguato  alle vostre esigenze effettive.

Usate pure preventivatori  web per farvi una idea ma rivolgetevi al professionista di fiducia per perfezionare quanto preventivato.

Articoli correlati