Biobanche in Sicilia: una speranza per combattere malattie gravi

Un disegno di legge per dar vita, in Sicilia, alle biobanche di ricerca. È l’ultima proposta approdata in aula alla regione Sicilia per volontà dell’onorevole di origine trapanese Nino Oddo.
Una
biobanca è una struttura che raccoglie, conservandolo, materiale biologico da utilizzare nell’ambito della ricerca clinica. In sostanza strutture dedite alla raccolta di campioni di tessuti umani da adibire a progetti di studio scientifico in ambito medico.
In Italia ancora non sono presenti biobanche di materiale umano per uso di ricerca: esistono altresì strutture che raccolgono tessuti per utilizzo terapeutico. Consentire la raccolta e la conservazione di materiale in ambito di ricerca potrebbe essere importante per consentire alla scienza di effettuare passi in avanti nella lotta a diverse malattie. Porterebbe inoltre la regione Sicilia ad essere la prima in Italia a dotarsi di strutture simili.
Le biobanche sono utili per avere informazioni su temi legati alla salute dei cittadini; è il caso ad esempio di incidenza di alcune patologie sulla popolazione, o della
predisposizione ai tumori in territori esposti a rischi ambientali, quale purtroppo Gela è. Il territorio di Gela presenta infatti un’incidenza tumorale elevata, compresa la presenza di mesotelioma pleurico che è ricollegabile all’amianto.

Avere una struttura con a disposizione molteplici campioni utili per la ricerca su determinate patologie derivate da fattori ambientali, ricevendo in cambio informazioni su queste, sarebbe una base di partenza non da poco.
Un modo per tentare di fronteggiare patologie gravi, quali sono i tumori, con un approccio in parte rivoluzionario; proprio come accade per altri approcci innovativi con riferimento allo studio di alcuni componenti e sostanze che potrebbero essere ipoteticamente utilizzati in ambito terapeutico,
come l’olio di cannabis potenzialmente impiegabile nella cura dei tumori, cercare nuove strade che riguardino anche la sfera della prevenzione potrebbe essere un strada da battere.
Entrando nello specifico, una biobanca raccoglie materiali biologici che di solito vengono gettati; si parla di materiale proveniente da interventi chirurgici, biopsie, prelievi. Questo materiale può essere potenzialmente prezioso se impiegato per finalità di ricerca scientifica.
Se la norma sulle biobanche dovesse essere approvata, la Sicilia arriverebbe a fornire campioni utili al mondo della ricerca. Magari la lotta per combattere malattie ancora troppo diffuse, soprattutto in alcuni territori siciliani come Gela, passa anche da qui.