Bombolette e cartacce nella fontana, buon Carnevale agli incivili!

“A Carnevale ogni scherzo vale”, suona così un detto tipico, ma lo scherzetto stavolta è proprio di cattivo gusto. Non è una novità che in questo periodo dell’anno la villetta di Macchitella, uno dei luoghi prediletti dalle famiglie e dai loro bambini, si trasformi in discarica a cielo aperto a causa delle cartacce e delle bombolette spray, tipiche del Carnevale, che vengono lasciate ovunque.

Non possiamo di certo prendercela con i bambini, ma con i loro genitori sì. È questo il mondo in cui vogliamo fare crescere i nostri figli? Sono queste le regole che vogliamo trasmettere loro? Spero proprio di no.

Forse costa fatica ad alcuni allungare la mano e gettare la bomboletta di turno – sempre ammesso che alcune di queste si possano utilizzare e non siano vietate – nel cestino, evitando di lanciarla a mo’ di monetina nella fontana? Si cerca di ironizzare per sdrammatizzare uno scenario triste e umiliante, che distrugge totalmente il clima di leggerezza e di festa di questo periodo, ma qui ci sarebbe davvero poco da dire.

Ciò che si vede galleggiare nella fontana non sono i residui di un giorno di Carnevale, no.

Ogni bomboletta e ogni cartaccia hanno un nome e un cognome, sono caduti volontariamente dalle mani di uomini e donne che non amano questa città e che ai propri figli consegneranno questo atteggiamento di indifferenza e inciviltà.

C’è una parte di comunità che va educata in fretta, prima che chi li seguirà potrà fare peggio di loro.

Articoli correlati