Butera ancora a secco: vogliamo vivere in una città civile. Appello di padre Contrafatto

Ancora rubinetti a secco a Butera e la gente esasperata. Nonostante i diversi appelli sul social network da parte dei cittadini e di padre Contrafatto anche durante la messa che ha tenuto ieri, ancora assente la distribuzione. Otto giorni di assenza di acqua, con temperature che superano i trenta gradi sono insopportabili. Oggi è lunedì e tutto tace.

“Problema grave per la mancanza di acqua continua nelle varie zone del paese, in tutte le stagioni. Una vecchietta allettata che non si può muovere per andare a prendere il liquido, sta patendo altre pene oltre le sue. Gente che viene dalla Svizzera a trovare i loro genitori che non si può lavare. Noi vogliamo vivere in un paese civile. Uniamoci” ha detto padre Aldo Contrafatto durante la sua omelia.

Una diffida ufficiale da parte dei politici sarebbe stata emessa nei confronti di Caltaqua. “Vorrei vedere questo documento, che dovrebbe essere affisso in città” ha detto padre Contrafatto. A Butera estate, inverno ,autunno e primavera sempre guasti. Unico impiegato di Caltaqua ha detto che `ce una perdita che va a finire dentro la fogna”. Ha detto padre Contrafatto.

Ma dov’ è il guasto? Ancora nessuna risposta.

Articoli correlati