Butera, falsa invalida percepiva assegno di accompagnamento

Percepiva indebitamente l’assegno di invalidità sebbene stava bene.

Protagonista una signora di Butera, a cui la Guardia di Finanza di Gela, a conclusione di un’attività di indagini coordinate dalla  Procura della Repubblica, ha sequestrato circa 25.000 euro, corrispondente a quanto ha percepito dal 2014 a oggi.

Le indagini hanno constatato che la donna autonoma e non aveva impedimenti fisici . Infatti eseguiva tutti gli atti della vita quotidiana con libertà di movimento.

Le Fiamme Gialle gele  hanno acquisito i documenti per accertare quali fossero le patologie elencate

Hanno accertato che l’indennità concessa è stata ottenuta mediante artifizi e raggiri, traendo in inganno sia la Commissione Medica dell’Asl di Gela che il Centro Medico legale dell’Inps di Caltanissetta.

Fonte Giornale nisseno