Butera piange una giovane insegnante: ennesima vittima del tumore

Era entrata di ruolo come insegnante l’anno scorso, dopo tanti anni di sacrifici come precaria. Loredana, 49 anni,  aveva ancora tanti sogni da realizzare, ma il terribile male, che non guarda in faccia nessuno, non le ha dato scampo.

Loredana era di Butera ma insegnava a Gela. In pochi mesi il tumore, scoperto casualmente, l’ha portata via.

Oggi Butera, sconvolta ancora una volta dalla notizia della morte di una giovane, piange Loredana. Così come ha fatto con le altre giovani vite spezzate.

In una cittadina dove tutti si conoscono, Loredana è stata vista crescere e realizzarsi professionalmente.

La sua vita era già stata segnata dalla doppia tragedia della perdita del padre e della madre.

Appartenente ad una famiglia estremamente religiosa, Loredana  svolgeva il ruolo di catechista e la sorella di  animatrice dei bambini di un istituto religioso.

Una giovane che mancherà a tutta la comunità di Butera, così come ha sottolineato Padre Aldo Contrafatto che è stato in questi mesi molto vicino alle due sorelle.

Tanti i messaggi di cordoglio su facebook.

“Sarà un bellissimo angelo, era una persona meravigliosa”, “Che Dio Ti accolga tra le sue braccia”, “Sempre molto gentile e dolce”.

Loredana è l’ennesima vittima di una malattia che spesso non ti dà possibilità di guarigione quando si manifestano i sintomi.

Oltre ai tanti messaggi di cordoglio, tante le riflessioni su come sua possibile che a Gela, così come a Butera tanti giovani siano malati di tumore.

Città che ti mettono tanta ansia quando decidi di farti un esame diagnostico, anche per prevenzione.

I funerali di Loredana saranno celebrati domani 12 settembre alle ore 16:30 nella Chiesa Maria Ausiliatrice di Butera.