Buterese picchiato dal branco a Gela, indignazione sul Web

Frasi di indignazione nel web per ciò che sarebbe  successo qualche giorno fa ad un giovane buterese, pestato a sangue dal branco all’interno di una discoteca a Gela.

“Un atto vile alla civiltà, alla comunità gelese e buterese” . Ha commentato qualcuno.

Protagonista della disavventura  è un ragazzo “per bene”, come lo ha descritto Padre Aldo Contrafatto, che aveva deciso con altri due suoi amici di Butera di trascorrere una serata nella città di Gela per divertirsi in maniera sana.

 

In discoteca qualche dispetto  e la richiesta del giovane buterese, 27 anni, di evitare discussioni perchè lui era lì solo per divertirsi.

Invece uscito fuori con i suoi due amici, ad attenderlo vi erano loro, coloro che insieme si sentono imbattibili, i componenti di un branco. Allora il giovane è stato picchiato,  sotto gli occhi increduli dei due amici che  hanno subito chiamato subito le Forze dell’Ordine. (da La Sicilia)

Condotto in ospedale il giocane pieno di lividi e occhi gonfi, è stato medicato. Per lui una diagnosi di trauma cranico.

Quali siano i motivi che abbiano portato a tale reazione violenta, sono al vaglio delle Forze dell’Ordine.

“Nessun atto di violenza trova giustificazione”, ha detto padre Aldo che esprime solidarietà per il giovane.