Cade la sfiducia in aula, Messinese: “Da rivedere il rapporto con i consiglieri comunali”

Erano semplici spettatori oggi il sindaco Domenico Messinese e i vecchi e i nuovi assessori in aula consiliare per affrontare l’argomento del giorno: la sfiducia alla sua giunta.

Una sfiducia venuta meno, come sappiamo, per il ritiro della firma da parte della consigliera indipendente Angela Maria Di Modica e di Giuseppe Panebianco, a causa di un vizio procedurale nell’atto.

“Quella di oggi – ha dichiarato il primo cittadino – è stata una valutazione oggettiva, una scelta fatta a tutela dell’ente. Tuttavia, il fatto che l’atto sia stato ritirato per un problema di forma non esclude che domani possa essere ripresentato”.

Una situazione che ha imposto al sindaco una riflessione sul proprio rapporto con il Consiglio comunale. “Mi sono già attivato, costituendo una delega apposita, per riattivare il dialogo con l’aula consiliare. I consiglieri daranno sicuramente una mano in più per raggiungere gli obiettivi, nell’interesse della cittadinanza”.