Calci e pugni a tifosi dell’Atletico Gela: denuncia e daspo per tre ultras nisseni

Avrebbero  aggredito due alcuni tifosi dell’Atletico Gela, così due tifosi dello Sport Club Nissa 1962 sono stati denunciati dalla Digos  alla Procura della Repubblica di Caltanissetta e sottoposti a provvedimento Daspo (Divieto di Accesso alle Manifestazioni Sportive).
I fatti sarebbero accaduti il 2 aprile scorso, nel giorno in cui si è svola la partita con l’Atletico Gela,  a Caltanissetta.  In quel giorno alcuni tifosi   nisseni avrebbero aggredito quattro tifosi (tra cui un minorenne) e dirigenti della squadra ospite, con calci e pugni,  prima dell’inizio della partita, ostacolando anche il loro  ingresso nell’impianto sportivo. A causa di tale aggressione un giocatore, l’allenatore ed il massaggiatore della squadra gelese sono dovuti ricorrere alle cure del Pronto Soccorso, con prognosi di 6-7 giorni.
Da qui è scattata la denuncia nei confronti dei due giovani nisseni che sonocomponenti del gruppo di ultras e già già sottoposti, in passato, a Daspo. Sulla base della condotta tenuta in occasione della partita con l’Atletico Gela e dei loro precedenti, il Questore ha applicato ai due tifosi un provvedimento Daspo  per 5 anni, con obbligo di firma in Questura in occasione delle partite della squadra locale.
Il provvedimento oggi  è stato notificato ai destinatari dalla Divisione Anticrimine della Questura, che ne ha curato la redazione.
Un terzo tifoso di 28 anni è stato denunciato alla Procura della Repubblica per aver acceso un fumogeno in gradinata, durante lo stesso  incontro di calcio. Anche quest’ultimo per tale condotta è stato sottoposto a Daspo  per tre anni. 

Articoli correlati