M5S: Cancelleri candidato presidente della Regione Sicilia

Il Movimento 5 Stelle ha deciso: sarà Giancarlo Cancelleri il prossimo candidato alla presidenza della regione Sicilia.

L’annuncio è avvenuto ieri sera a Palermo, dal palco allestito al Castello a Mare e da cui Grillo, Casaleggio e Di Maio, sono intervenuti per perorare la causa grillina e di Cancelleri; il neo candidato è stato votato sulla ormai famosissima piattaforma Rousseau da 2224 utenti sui 4350 totali, che hanno partecipato a queste ‘primarie’ online.

Inizia quindi la corsa alla carica di Presidente della regione Sicilia; corsa alla quale gli altri partiti e coalizioni non hanno ancora preso parte, considerato che, M5S a parte, non si hanno candidati designati da nessuna delle parti in gioco.

Il primo a prendere la parola dal palco di Palermo è Di Maio, che, nel presentare Cancelleri, annuncia l’inizio della fase 2 per il Movimento, la fase che, nelle idee dei vertici dei 5 Stelle li porterà dapprima alla conquista della Sicilia, per poi passare al governo nazionale, “Se vinciamo in Sicilia il 5 novembre vinciamo nel 2018 a Roma; la Sicilia ancora una volta ispirerà un percorso nuovo del M5S e del Paese. E’ dalla Sicilia che partono le più grandi rivoluzioni in Italia”, ha sostenuto Di Maio, ribadendo quindi come la Sicilia, possa considerarsi a tutti gli effetti, una sorta di cartina tornasole della situazione politica nazionale.

Dopo Di Maio ha preso la parola Beppe Grillo, che ha ribadito il concetto: “La Sicilia è un paradosso, come l’Italia, è colta e incolta, se non si fanno le cose qua difficilmente possiamo farle nel continente; io non ci tornerò più qui a nuoto; ci prendiamo la Sicilia e vinceremo la nazionali“.

In ultimo la parola è passata a Giancarlo Cancelleri, che ha, tra le altre cose, anticipato quelli che saranno alcuni punti programmatici della sua campagna elettorale: “La prima cosa che faremo se vinceremo sarà tagliare gli stipendi dei deputati regionali e cancellare i vitalizi e le cosiddette pensioni d’oro, perché la Sicilia che abbiamo nel cuore non è quella dei vitalizi e con il taglio dei nostri stipendi aiuteremo le aziende e distribuiremo borse di studio per i giovani siciliani. Aiuteremo i disabili e ricompreremo la casa a chi l’ha persa”. Cancelleri ha infine rivolto ance un’aspra critica nei confronti dell’attuale governatore Crocetta e del PD: “Il Pd dovrà assumersi la responsabilità dello stato in cui versa la nostra terra. Dobbiamo rimetterci in piedi, dobbiamo riprenderci la nostra dignità. Hanno denigrato la Sicilia e l’hanno umiliata”.