Capitaneria Gela: controlli sui prodotti ittici, multe e sequestri a tutela del consumatore

Si è conclusa  l’operazionedi vigilanza pesca denominata “Phoenix 6”, disposta e coordinata dalla Direzione Marittima di Palermo, che ha visto impegnato il personale della Capitaneria di Porto di Gela, alle dipendenze del Comandante Pietro Carosia.

Sottoposti a controllo numerosi commercianti della provincia nissena per assicurare il rispetto delle norme di commercializzazione e detenzione dei prodotti ittici, specie quelli giovani e sotto la taglia minima. Il tutto anche a tutela della salute dei consumatori.

I militari sono stati  coadiuvati dagli ispettori pesca del 12° Centro Controllo Area Pesca, istituito presso la Direzione Marittima di Palermo.

Ispezionati 3 venditori ambulanti di Mazzarino,  muniti di apposita autorizzazione al commercio, di cui due  detenevano e commercializzavano prodotti ittici privi di etichettatura, contestando le seguenti sanzioni amministrative:

È stato elevato un verbale di  3.000 e sequestrati 16 chili circa di prodotti ittici di varia specie (merluzzi, sarde, suacia, gambero) privi di etichettatura. Tali prodotti ittici,  giudicati idonei al consumo umano da parte del Sevizio Veterinario – Distretto di Gela e donati, dopo la confisca, a istituti che svolgono attività  a favore della persone bisognose.

La motovedetta Cp 722 in collaborazione con un aereo della Guardia Costiera denominato Manta 10-03, impiegato in un pattugliamento aereo della costa siciliana,  ha consentito di individuare un motopesca a strascico, che illecitamente svolgeva la propria attività entro le 3 miglia dalla costa con batimetrica inferiore ai 50 metri; pertanto, nei confronti del comandante  dell’unità è stata applicata una sanzione di 4.000 euro  e il sequestro degli attrezzi e del pescato.

Il Comando della Guardia Costiera di Gela intensificherà nei prossimi giorni  le operazioni di polizia marittima, al fine di garantire il corretto sfruttamento delle risorse ittiche a salvaguardia degli operatori del settore che esercitano l’attività nel rispetto delle vigenti norme.

In particolare, l’attività di vigilanza si svolgerà presso le vie cittadine, i mercati, i centri di distribuzione ed i ristoranti e sarà finalizzata prioritariamente ad impedire che il prodotto ittico sia commercializzato mediante utilizzo di canali di vendita non autorizzati. Inoltre sarà verificata la tracciabilità e salubrità del pescato.

In mare i controlli saranno invece indirizzati al rispetto delle regole in tema di pesca in aree e periodi vietati, attrezzi consentiti, qualità e quantità del pescato, regolare composizione degli equipaggi, norme sulla sicurezza della navigazione e salvaguardia della vita umana in mare.