Caposoprano, randagi aggrediscono nella notte un gelese

Ennesimo attacco da parte di un piccolo branco di randagi ai danni dei cittadini.

Vittima dell’aggressione stavolta un gelese che verso le 4:00 di stanotte in via Galilei, nel quartiere Caposoprano, è stato preso ripetutamente di mira da tre cani che, indisturbati, si muovevano nella zona. Un episodio, l’ennesimo, che per fortuna non ha registrato conseguenze gravi, visto che il malcapitato è riuscito a metterli in fuga. Un problema che ancora oggi, dopo le innumerevoli sollecitazioni da parte di cittadini, associazioni animaliste e stampa, non ha trovato una soluzione e, anzi, continua a rappresentare un vero e proprio pericolo per l’incolumità dei cittadini. Un fenomeno, quello del randagismo, che fino alla scorsa estate sembrava interessare solo il quartiere di Macchitella, dati i numerosi episodi di aggressione registrati la scorsa stagione, ma che, a quanto pare, non è più isolato a zone specifiche e ristrette della città. La domanda è sempre la stessa: si interviene al più presto o no? Il bene dei cittadini passa anche e soprattutto dalla salvaguardia della loro incolumità fisica. Non è più un problema che merita di passare in secondo piano, ma un’emergenza a cui dare la priorità.