Carceri: in Sicilia 409 donne detenute, di cui 112 minorenni

Le donne adulte detenute in Sicilia sono 112, di cui sette per associazione mafiosa. Le altre sono state condannate per reati diffusi come maltrattamenti, omicidi o furti. Il 37% è di nazionalità straniera. Queste donne vengono inserite in carceri maschili dove, successivamente, sono state attivate delle sezioni femminili. Lo ha detto Maurizio Veneziano, provveditore regionale dell’amministrazione penitenziaria. Le strutture penitenziarie non sono pensate per  le donne, avendo esse un sistema di sorveglianza e uno stile di detenzione più adatta all’uomo. “Noi siamo disposti a lavorare per dare un carcere dignitoso – ha riferito Veneziano – ma dobbiamo segnalare la mancanza di partecipazione e di interesse da parte degli enti locali”. Invece sono 297 le ragazze minorenni detenute, 97 per reati contro il patrimonio, 136 per reati contro la famiglia e la persona e 17 per reati contro le istituzioni. L’incidenza complessiva, sul dato nazionale, dell’11%

Articoli correlati