“Cardio Ghelas, viaggio nel mondo dello scompenso cardiaco”

Viaggio nel mondo dello scompenso cardiaco: stato dell’arte e realtà locale, è questo il tema della due giorni denominata “CardioGhelas”, organizzata dalla società ZeroTre di Caltanissetta. Un momento di serrato confronto a cui sono chiamati a partecipare cardiologi, medici di base, infermieri e tutti i sanitari che hanno in carico questi pazienti. “Lo scompenso cardiaco – ha affermato Carmelo Tonelli, presidente della due giorni – è la prima causa di ricovero ospedaliero dopo il parto naturale e ha un enorme impatto sulla qualità della vita dei nostri pazienti con costi sanitari elevatissimi. La terapia dello scompenso cardiaco – ha aggiunto Tonelli – deve basarsi su un’effettiva integrazione ospedale-territorio, slogan molto utilizzato, ma mai concretizzato”. “Ritengo che sia molto importante ospitare qui a Gela un convegno di altissimo livello scientifico nel quale verranno illustrate le eccellenze siciliane in campo medico – ha detto il sindaco, Angelo Fasulo – è anche un motivo di orgoglio per la città il fatto che si sia scelto di denominare il congresso Cardio Ghelas in onore della storia millenaria della nostra città”. Il convegno, che vedrà l’intervento di specialisti, infermieri e dei cardiologi dell’ISMETT di Palermo e del Ferrarotto di Catania, si terrà venerdì 24 e sabato 25 ottobre, presso i locali di Villa Peretti.