Carenza idrica: dopo Messina, la stampa nazionale inizia a parlare anche di Gela

Dopo il caso della città di Messina, rimasta a secco da diversi giorni, anche Gela figura nei titoli di alcune testate giornalistiche nazionali per i disagi idrici di sempre (purtroppo).

La nostra città, infatti, non conta neanche più i giorni in cui riesce a garantire a tutti i cittadini l’acqua dai rubinetti né, figuriamoci, acqua pulita e degna di essere definita tale. Sono all’ordine del giorno le proteste e le denunce dei gelesi con fotografie che ritraggono bottiglie riempite di acqua gialla, tendente al marrone. Proprio in questi giorni, dopo il “caso Messina”, è stata avviata una petizione online indirizzata al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, al Governatore della Regione Sicilia Rosario Crocetta, al Prefetto di Caltanissetta Maria Teresa Cucinotta e al Sindaco di Gela Domenico Messinese. Insomma, qualcuno comincia a parlare anche di noi e a prenderci in considerazione e, anche se un po’ paradossale, verrebbe proprio da dirlo: “Grazie, Messina!”