Carnevale a Gela: sfilate degli alunni per le vie del centro, ma tra le auto parcheggiate

Proseguono per tutta la giornata i festeggiamenti del Carnevale, arrivato oggi alla giornata conclusiva. Il martedì grasso può essere definito l’ultimo appello per chi vuol far bagordi. Di notte come a tavola, oggi è l’ultimo appello. Per la  religione cattolica domani  mercoledì delle ceneri, è  primo giorno di Quaresima. Nel centro storico di Gela i piccoli alunni, accompagnati da docenti e genitori hanno sfilato per le vie del centro storico, accompagnati dalla musica della banda Francesco Renda. Diversi i temi scelti per gli abiti: dalla sanità allo spettacolo, dalla politica ai  personaggi di fantasia. Presente anche l’”amministrazione” e il “sindaco Domenico Messinese”, nei travestimenti dei piccoli che oggi hanno percorso il corso Salvatore Aldisio e Vittorio Emanuele. Non sono mancate le polemiche per le auto parcheggiate in quello che dovrebbe essere il salotto della città. Nessuna ordinanza di isola pedonale, per l’occasione è stata emessa, e così i bambini hanno dovuto fare la gimkana tra le auto in sosta davanti i negozi. Quelle delle auto nel centro storico è una questione che spacca in due i commercianti, tra chi vorrebbe l’isola pedonale e chi continua ad asserire che già  la stessa Ztl, abbia provocato parecchi cali delle vendite. Lo stesso succede tra i cittadini. C’è chi vorrebbe un centro storico lontano dagli inquinamenti dei gas di scarico delle auto, e chi preferisce andare a fare spese parcheggiando nei pressi delle attività commerciali. 
 

Articoli correlati