Una catena umana al porto, continua la protesta

Una catena umana per chiedere l’avvio dei lavori di dragaggio e del braccio di ponente.

È continuata così la protesta al porto con gli operatori e i pescatori che hanno impugnato le catene per far sentire la propria voce alla Regione, affinché acceleri l’iter per il via immediato dei lavori al porto.

Una catena alla quale i cittadini hanno legato la speranza di rinascita di una città di mare che oggi ha visto sprofondare la propria dignità nella sabbia.