Cede il pilone della Palermo-Catania, ora la provincia di Caltanissetta teme l’isolamento

La provincia di Caltanissetta, già provata dalla crisi, rischia di divenire ancora più disperata perché il trasporto delle merci aumenterà e tutto sarà più complicato, compresa la vita dei cittadini. È quanto asseriscono i segretari di CGIL e CISL, Ignazio Giudice ed Emanuele Gallo riferendosi alla frana e al cedimento di un pilone nel viadotto Himera, sull’autostrada Palermo-Catania. “Un crollo che pesa come un’ipoteca sul presente e sul futuro dei cittadini di tante province della Sicilia, compresa Caltanissetta – lamentano i due segretari – anche alla luce della situazione disastrata della viabilità nell’Isola e dell’arretratezza dei collegamenti ferroviari tra l’est e l’ovest della Regione. La drammaticità di quanto accaduto impone un intervento coordinato tra lo Stato e la Sicilia, ma anche la nomina di un commissario straordinario quale garanzia di massima celerità degli interventi. Il neo Ministro Del Rio, dunque, non perda tempo. I disastri vanno prevenuti con opere di messa in sicurezza, con il controllo reale dei lavori, dei collaudi da affidare a soggetti terzi e non a semplici dichiarazioni di agibilità delle stesse imprese che eseguono i lavori. Tra l’altro – concludono Giudice e Gallo – l’impiego attivo dei forestali nella prevenzione del dissesto idrogeologico costerebbe alle casse pubbliche meno di quanto costa poi far fronte ai disastri che il dissesto genera. Chi sa come vengono costruite le infrastrutture parli”.

Articoli correlati