C’era una volta il santuario della Madonna dell’Alemanna pieno di fedeli. Oggi è così

Sono trascorsi sette anni dall’ultima solenne messa presso il Santuario della Madanna dell’Alemanna e del suo sagrato, stracolma di fedeli.

Quello è il luogo, dove è stata ritrovata l’icona bizzantineggiante della Madonna. Nelle foto postate da Antonino Giuseppe Cocchiaro si nota la buca del ritrovamento. Immagini che mostrano la viva devozione alla nostra Patrona e il legame affettivo per il Santuario.

Il Santuario, che ha dietro una storia di otto secoli legata alla Madonna, oggi è ridotto in uno stato pietoso. Questo quanto messo in evidenza dal prof. Mulè. Nessuno intervento delle istituzioni si è visto per evitarne un ulteriore degrado.

“Da tempo il santuario è chiuso e non fruibile dai fedeli dopo che sono stati rubate diverse suppellettili come l’antichissimo aratro ligneo a chiodo” ha denunciato il prof. Mulè. Il muro di cinta è crollato. Il comitato pro Santuario SS. Madonna dell’Alemanna, guidato da Livio Aliotta, cercherà in tutti i modi di far riportare agli antichi fasti il luogo sacro.

Il prof. Mulè suggerisce pure all’amministrazione di cambiare i nomi delle vie del villaggio Aldisio da “Via dell’Alemanna”, a “via Maria Ss. Dell’Alemanna”, da piazza Balden Powell (fondatore degli scout), a piazza Santuario.

Foto del prof. Nuccio Mulè e di Antonino Giuseppe Cocchiaro