Cesma: musical e iniziative dedicate a Madre Teresa, alla parrocchia Regina Pacis

Sabato 29 agosto, alle ore 17:30, prenderà il via, presso la parrocchia Regina Pacis. il consueto appuntamento con la memoria di Madre Teresa di Calcutta. L’iniziativa è del  Centro Giovanile Musica e Arte Cesma, che  ogni anno dal 1997, anno in cui scomparve la suora albanese, propone alla cittadinanza una serie di iniziative. Madre Teresa ha dedicato tutta la sua vita al servizio, all’amore e alla cura degli “ultimi”, di chi nella grande città indiana viveva tra stenti, malattie e miserie. Un esempio concreto di carità e spiritualità che il Cesma, di concerto con la comunità parrocchiale della chiesa Regina Pacis, continua a ribadire soprattutto in questo complesso periodo storico, in cui l’attenzione ai bisognosi rappresenta una quotidianità che tutti siamo chiamati ad affrontare. 

La manifestazione, prenderà il via alle  ore 17.30, presso il salone parrocchiale chiesa Regina Pacis, con  un  incontro con le Caritas Parrocchiali di Gela, dal  tema: “Una mensa, un ambulatorio e una lavanderia per i poveri della Città”. Nell’ambito dell’incontro, si terrà la presentazione del libro “Cibo Negato” (Medusa Editrice) di Emanuele Verdura, organizzata in collaborazione con la Libreria Mondadori. L’opera è caratterizzata dagli stessi temi proposti dalla manifestazione e vedrà il 30% dei suoi proventi devoluti ai progetti della Caritas nazionale. Alle ore 20:00, presso la  chiesa Regina Pacis, si terrà la   Celebrazione Eucaristica presieduta dal Vescovo di Piazza Armerina, mons. Rosario Gisana. Alle ore 21:00 il Centro Giovanile Musica e Arte Cesma propone il musical “Madre Teresa”. 

Il musical di M. Paulicelli e P. Castellacci intende  recuperare teatralmente, offrendoli al pubblico, segmenti e sentimenti “cantati, ballati e mimati” della vita di una piccola donna considerata a ragione fra le più grandi del mondo. È la vita di Madre Teresa di Calcutta raccontata in musica e in prosa attraverso i suoi pensieri, le preghiere, la sua gente, il suo lavoro, la sua vita con particolare riferimento agli aspetti più semplici e più umili: l’amore per i poveri, il lavoro, il valore nella diversità fra gli uomini, la sua gente, il suo sorriso gioioso nell’affrontare i problemi più tristi.