Cesma: quattro repliche di “Cats” al teatro Eschilo. Incasso devoluto ai poveri della Piccola Casa della Misericordia

Al via la seconda fase del progetto “Eliot 4”, lo stage  che anche per   quest’anno scolastico  il Centro Giovanile Musica e Arte (Cesma),  propone agli studenti delle scuole di Gela, di Enna e del comprensorio. Un’iniziativa che va avanti da 14 stagioni, e che quest’anno ha coinvolto anche  le scuole della città ennese e dei comuni vicini. Il progetto partirà venerdì 4 marzo, con la prima delle quattro repliche del musical “Cats”, al Teatro Eschilo, previste anche nei giorni di sabato 5, venerdì 11 e sabato 12.
Tutti gli spettacoli cominceranno alle 10:30, con una previsione di una grande partecipazione, dopo gli oltre mille studenti delle scuole cittadine che hanno preso parte alla prima fase del progetto (svolta lo scorso mese di novembre). Tema centrale dell’iniziativa sarà, come sempre, il binomio “solidarietà-sensibilizzazione”. Quest’anno, l’intero incasso del palketto-stage (tolte esclusivamente le spese vive) andrà devoluto alla Piccola Casa della Misericordia, realtà del nostro territorio che da qualche mese rappresenta un’incisiva presenza nel sostegno ai più bisognosi, soprattutto ai tanti “nuovi poveri” della nostra città, figli di un momento durissimo di crisi socio-economica che attanaglia tante famiglie. Il Cesma, con il supporto della comunità Regina Pacis e della Caritas diocesana, ha dunque fatto una scelta precisa: mettersi al servizio, attraverso l’impegno artistico e formativo, dei concittadini più poveri e bisognosi.   
Una speciale dedica verrà fatta in occasione delle ultime quattro repliche del musical “Cats”, con cui il Cesma vuole ricordare don Carlo Di Vita, direttore della segreteria pastorale della Conferenza Episcopale Siciliana, scomparso il 4 marzo di sei anni fa. Un amico di tutti i giovani di Sicilia volenterosi e costruttori di una Chiesa in grado di mettersi “in moto” e al servizio con dinamicità e intraprendenza.
 
 
 

Articoli correlati