Cgil, Cisl e Uil: ancora in attesa di autorizzazioni, ritardo di 50 milioni di investimenti

Il ritardo nelle autorizzazioni regionali e ministeriali ha avuto una ricaduta negativa dal punto di vista occupazionale. Questo è il grido di allarme da parte della Cgil Caltanissetta. Il sindacato sottolinea come il ritardo abbia causato per l’anno 2015 un evidente ritardo  negli investimenti sul territorio per circa 50 milioni di euro ed un impiego occupazione di circa 80 risorse, oltre che un mancato impiego di 50 unità. « In particolare, si registra la sospensione dell’iter istruttorio relativo al “decommissioning” completo dell’ex impianto di Acido Fosforico e alla realizzazione della nuova discarica per i residui della demolizione della società ISAF». Ha comunicato il sindacalista Emanuele Gallo. Cinque sono i settore in cui vi è un ritardo massimo nel rilascio delle autorizzazioni: 
 
1) Bonifica area pozzo Pozzillo; manca il parere da parte  dipartimento acqua e rifiuti della regione sicilia per definire la conferenza di servizio Autorizzazione che risale dal 2006( utilizzo 30 risorse       x 6 mesi)
 
2) Piano di Caratterizzazione (PdC) Spill Cammarata; manca il parere da parte  dipartimento acqua e rifiuti della regione sicilia
 
 3), Piano di caratterizzazione  Canale Nord ASI; mancano autorizzazione regionale
 
4) PdC Contrada Rovetto;  mancano autorizzazioni regionali
 
 
5) Interventi di bonifica Gela (Lotti I, II e III).( ritardi da parte del ministero dell’ambiente) fanno parte del sin sito di interesse nazionale