Cgil, Cisl e Uil: insieme per chiedere Lavoro, Sviluppo e Legalità. Il 31 ottobre manifestazione a Sommatino

Manifestazione della Cgil, Cisl e Uil   della provincia di Caltanissetta.  Sabato 31 ottobre le tre sigle sindacali nissene si ritroveranno a Sommatino per manifestare e chiedere, Lavoro – Sviluppo – Legalità.  Non a caso si è scelto Sommatino come luogo in cui sottolineare che la provincia nissena, ma anche tutta la Regione continua ad andare indietro dal punto di vista economico e sociale.  “Sommatino – comunicano le tre organizzazioni sindacali – è il simbolo di una politica che da sempre ha chiacchierato e non ha prodotto, è il simbolo del mancato sviluppo industriale e infrastrutturale. Sin dal 1730 la miniera Trabia – Tallarita ha reso l’idea di un lavoro fatto di sfruttamento minorile e infortuni mortali. A distanza  di centinaia di anni – continuano le tre sigle sindacali –  vi sono le stesse questioni sociali, umane e lavorative che determinano sfruttamento e decessi, oggi si chiamano morti bianche. Dal 1730 al 2015 abbiamo ottenuto tante leggi sulla sicurezza e sul diritto alla salute negli ambienti di lavoro ma poco è cambiato e poco cambierà se la politica, una volta scritta e approvata la legge, non consente a chi deve controllare, gli ispettori del lavoro, di poter uscire dal proprio ufficio per mancanza di fondi”. Tutti sono invitati a partecipare alla manifestazione del 31 ottobre:  lavoratori, i disoccupati, i pensionati della provincia di Caltanissetta, e tutti coloro che rivendicano risposte. Interverranno i tre segretari di Cgil, Cisl e Uil: Ignazio  Giudice, Emanuele Gallo, Vincenzo Savarino.