Che fine farà la discarica “Timpazzo”?

Preoccupazione e perplessità per il destino della discarica pubblica comprensoriale di “Contrada Timpazzo”.

Gela soffre già i primi disordini legati alla temporanea sospensione del servizio della discarica Timpazzo, in cui non sarà possibile conferire i rifiuti che, proprio in queste ore, giacciono ancora sui marciapiedi di diverse vie della città. Un problema che cade a pochissimi giorni dal Natale. Un’emergenza che riguarda quasi tutta la Sicilia, colpita infatti dalla chiusura di gran parte delle discariche esistenti e ad oggi utilizzate. A pronunciarsi sulla questione le sigle sindacali CGIL, CISL e UIL, secondo le quali la discarica dovrebbe essere protetta, scongiurando così il rischio di chiusura a vantaggio delle discariche private che, di fatto, finirebbero per aumentare i costi riferiti al conferimento e smaltimento dei rifiuti solidi urbani a carico dei cittadini. Il sindacato confederale non ha dubbi sull’utilità delle normative nazionali e delle direttive europee che impongono ai Comuni l’avvio della raccolta differenziata. “Spesso – si legge in una nota firmata da Ignazio Giudice, Emanuele Gallo e Vincenzo Mudaro – abbiamo nutrito riserve sulla scelta del metodo operato da alcune amministrazioni comunali che ha creato confusione fra i cittadini, riducendo le città quasi all’emergenza sanitaria. Ciò che esiste va mantenuto e protetto in particolar modo se la risorsa pubblica consente efficienza e risparmio economico. Cosa e chi non ha consentito alla discarica Timpazzo l’autorizzazione alla costruzione di impianti pubblici moderni ecocompatibili per il conferimento, il trattamento e la valorizzazione dei rifiuti urbani? Tra l’altro – concludono i sindacalisti – dalle notizie che ci giungono, tutto ciò comporterà il licenziamento di decine di lavoratori. La discarica Timpazzo va considerata un gioiello”.

Intanto, il Sindaco Angelo Fasulo ha assicurato un intervento tempestivo per risolvere il problema, sebbene la questione non sia imputabile all’Amministrazione Comunale. Intanto, il servizio di raccolta dei rifiuti in città continuerà, nonostante qualche ritardo registrato nella giornata di ieri.