Che fine ha fatto l’autostrada Gela-Siracusa? Messinese chiede dati e tempi certi

Verificare lo stato di avanzamento dell’autostrada Siracusa-Gela. Questo è l’obiettivo dell’incontro che il sindaco Domenico Messinese ha organizzato al Palazzo di città e in cui ha invitato il presidente del Consorzio per le Autostrade Siciliane, Rosario Faraci, e i sindaci di Modica, Vittoria, Acate e Ragusa, interessati dall’attraversamento dell’autostrada. L’incontro che si terrà il 25 gennaio prossimo alle ore 17:00, servirà anche ad evidenziare  le criticità che rallentano la realizzazione di una delle opere più importanti per la Sicilia sud-orientalea. ” Dati chiari e tempi certi sull’autostrada Siracusa-Gela, un debito infrastrutturale che il territorio reclama da troppo tempo a causa degli errori e dei ritardi della burocrazia e della politica”. chiede il sindaco Messinese. Tra l’altro i lavori di esecuzione delle opere e forniture necessarie per la costruzione del lotto unico funzionale 6 + 7 e 8 “Ispica – Viadotti Scardina e Salvia – Modica”, sono stati appaltati nel 2014, mentre rimangono esclusi i lotti relativi al tracciato da Modica a Ge la.
“Continuando di questo passo – ha commentato ancora Messinese -, la Siracusa-Gela toglierà fama alla Salerno-Reggio Calabria, come opera di carta ad alto valore archeologico. Dal 1968 infatti si sprecano i falsi annunci sull’ultimazione dei lavori ma in tutto questo tempo sono stati sottratti a generazioni di siciliani servizi preziosi che un’arteria a due carreggiate avrebbe garantito ad un territorio economicamente vivace come quello in questione”.