Che fine ha fatto il servizio di refezione scolastica? Interrogazione di Panebianco, Malluzzo e Di Modica

Un’interrogazione  sottoscritta dai consiglieri comunali Cristian Malluzzo, Giovanni Panebianco e  Angela  Di Modica in relazione al mancato inizio della refezione scolastica presso gli istituti dell’infanzia di Gela.  Considerato che le attività scolastiche sono iniziate il 14 settembre, e che finora non è stato garantito il servizio di refezone scolastica, nonostante sia stato bandito un avviso pubblico per la nomina di un nutrizionista con un compenso di 600 euro, i tre consiglieri chiedono le motivazioni per cui ancora il servizio finora  non sia stato assicurato .  “Ciò crea sicuramente disagi  agli alunni, sia in ordine alla corretta alimentazione necessaria per affrontare l’attività curriculare, data la tenerà età, sia al corretto svolgimento delle lezioni in orario pomeridiano che, di fatto, non si stanno tenendo proprio per questa ragione”, dicono i tre consiglieri.  Nell’interrogazione viene chiesto quanti alunni usufruiscono del servizio, quanti godono della riduzione dei costi e in quale percentuale i costi sono a carico delle’Ente Pubblico, inoltre quali controlli sono stati fatti o verranno fatti sulla qualità dei pasti e se ci saranno eventuali miglioramenti della qualità. Inoltre i tre consiglieri si chiedono quanti plessi copre o coprirà il servizio.